fbpx Skip to content

Purchè sia di serie #1

Bentornati lettori! Oggi parte una nuova rubrica nata dall’idea di Chiara de La lettrice sulle nuvole e l’ormai inseparabile Dolci de Le mie ossessioni librose. Purché sia di serie consiste nel leggere ogni mese un libro facente parte di una serie letteraria e che non deve essere il primo.

Purché sia di serie

Purché sia di serie

Un ottimo modo per finire le serie iniziate che, come avete potuto vedere in questo post, non sono poche. Sicuramente anche grazie a questa rubrica recuperare le serie dove manca anche solo un capitolo vien più semplice e se lo si fa in compagnia, ancora meglio!


LegendLegend. Shades of Magic #2

Sono passati quattro mesi da quando Kell ha trovato la pietra nera. Quattro mesi da quando ha incrociato il suo cammino con quello di Delilah Bard, Rhy è stato ferito e i terribili gemelli Dane sono stati sconfitti. Ma soprattutto, quattro mesi da quando la terra ha inghiottito il corpo di Holland insieme alla pietra, trascinandoli per sempre nella Londra Nera. Le cose sono tornate alla normalità: Rhy è finalmente sobrio, e Kell cerca di nascondere il suo senso di colpa. Di notte, infatti, gli incubi lo perseguitano con le immagini vivide degli eventi magici che si sono susseguiti e con il ricordo di Lila, sparita come era sua intenzione sin dall'inizio. Intanto, mentre nella Londra Rossa fervono i preparativi per i Giochi Elementali, una competizione magica internazionale, un’altra Londra si sta lentamente risvegliando. Come un’ombra che, invece di dissolversi al mattino, accresce la sua oscurità, la Londra Nera sta nuovamente interferendo con l’equilibrio magico. E per ripristinare l’ordine è necessario che un’altra Londra cada…

RECENSIONE

Se Magic mi era piaciuto a metà, con Legend mi son dovuta ricredere del tutto. Un libro lungo, poco più di 500 pagine, che però scorrono via con una velocità destabilizzante.

Quattro mesi dopo la Notte Nera ritroviamo Kell e Rhy con i soliti battibecchi fraterni e Lila, la mia adorata Lila, su una nave nei mari di Londra Rossa. Al servizio di Alucard Emery, oh Alucard, Lila viene iniziata alla magia e scopriremo un vero talento nascosto.

Intanto in città Rhy deve organizzare gli Essen Tasch, i giochi degli elementi, dove è la magia la vera protagonista. E non mancheranno le sorprese! E le risate. Perché Legend è tutto fuorché ordinario. Lila e Alucard sono un continuo stuzzicarsi, Rhy non perde occasione per dare il tormento a Kell e Kell… beh è Kell!

Non pensavo che lo avrei mai detto ma: uscite il terzo capitolo! Ora che l’Accademia della Crusca ha accettato questo modo di dire (smetteranno di stridere prima o poi le mie povere orecchie), sento l’esigenza di leggere anche l’ultimo pezzo. Devo sapere come andrà a finire con i quattro protagonisti indiscussi di questo secondo capitolo!

Legend è molto più scorrevole rispetto a Magic, la storia di Kell entra nel vivo anche se si offre maggior spazio a Rhy rispetto al primo romanzo. Ti coinvolge dalla prima all’ultima pagina e staccartene diventa difficile man mano che entri nel vivo. Peccato per la lunghezza, che anche se non si sente c’è, e alcuni capitoli risultano superflui.

Il finale poi. Non si fa così, non ci si comporta in questo modo. Non si lascia il lettore con il fiato sospeso fino all’uscita del prossimo libro. Che comportazione è questa?

Il primo appuntamento con Purché sia di serie è terminato. E già si pensa ovviamente al prossimo capitolo in cui penso di leggere La via del male.

Scroll To Top