SuperSuper

C'è una donna che dà alla luce un bambino con i superpoteri e la sua vita viene stravolta. C'è un ragazzo che scopre di poter vedere le ombre delle persone assassinate.

C'è un'adolescente che sogna di salvare il mondo e che scopre invece che vogliono usare i suoi poteri per scatenare una guerra. Ma ci sono soprattutto 18 grandi scrittori che hanno deciso di regalarci questi meravigliosi racconti e che hanno realizzato un'antologia unica nel suo genere.

Potrete infatti leggere i supereroi come non avete mai fatto prima. 18 racconti d'autore in cui potrete ritrovarvi nel sottoscala di Mister Magic, incontrare il ragazzo che ha scoperto di poter sfuggire ai bulli trasformandosi in pietra, scoprire che fine ha fatto il supereroe più famoso di tutti i tempi, che ha deciso di ritirarsi dalle scene lasciando i fan disperati.

18 diversi punti di vista, 18 storie, un unico grande fine. Davvero Super. Per ogni copia acquistata il 10% del prezzo di copertina sarà devoluto all'Associazione Fondazione bambino Gesù.

Recensione

Ho comprato questo romanzo in anteprima ma ho aspettato tantissimo tempo per leggerlo. Ho approfittato della quarantena e del bisogno di leggere di qualcosa di straordinario, qualcosa che fosse Super in un periodo che sembra non terminare mai.

Per farvi capire qualcosa di questo romanzo devo parlarvi anche di chi l’ha scritto e curato. Diciotto autori, sotto l’ala protettrice di Antonio Lanzetta hanno creato qualcosa di nuovo e unico nel suo genere. Diciotto autori si sono prestati a scrivere un racconto il cui filo conduttore sono i ragazzi con i superpoteri.

In più, come se già questo non fosse abbastanza, il 10% delle vendite andrà in beneficienza alla Fondazione Bambino Gesù. Motivo in più per acquistarlo! E ora però vediamo questi diciotto racconti nel dettaglio.

1.     La mamma di Tornado Rosso

Il primo racconto Super è quello di Alice Basso. Tornado Rosso è un bambino che si è fatto riconoscere fin dal 5° mese di gravidanza della madre. Dal momento in cui Rosa scopre che il suo bambino è un bambino con i superpoteri, adatta la sua vita a quella che dovrà fare Giona.

2.     Il fulmine

Il secondo racconto ci viene raccontato da Piergiorgio Pulixi. La storia di Michele, Marta e Alba è la storia di tre tredicenni inseparabili. Da tre mesi però Alba è scomparsa, forse morta ma i due ragazzi non sembrano darsi pace. Una sera, sconvolto dalle parole del padre, Michele esce di nascosto per andare da Marta e durante il percorso verrà colpito da un fulmine.

3.     Lo scudo

Santina ha compiuto da poco i 18 anni quando scopre per caso e nel modo peggiore di una Super. Quando un uomo insulta il padre, distruggendo la dignità di cui spesso si vanta, Santina non ci vede più. Prende tra le mani quella lettera che le è sembrata banale e insulsa, mentre la rabbia la divora.

È così che il suo potere si manifesta, attraverso le parole, ed è un potere molto pericoloso. Questo racconto ci è stato offerto da Patrizia Rinaldi.

4.     Matricola n°5

Sara Bilotti invece ci racconta la storia della Super che voleva salvare il mondo, Alina. Alina è la quinta di cinque telepatici. La sua abilità però non viene sfruttata come vorrebbe, perché la sua addestratrice la fa comunicare solo con le macchine.

Sarà Atena, il suo idolo, ad aprirle gli occhi e a farle vedere la verità.

5.     L’ora della vendetta

Siamo a Venezia e Romano De Marco ci racconta la storia di due turisti americani che, nel tentativo di sventare una rapina in banca, compiono una strage. Ma se per le autorità italiane è tutto chiaro come il sole c’è un uomo che invece trama nell'ombra per vendicarsi del suo acerrimo nemico Super.

6.     La resurrezione di Lazzaro Lyndon

Lazzaro nasce dalla penna di Manlio Castagna. Ha la parte sinistra del corpo meno sviluppata della destra e cerca di sempre di confondersi con lo sfondo. Fin quando non viene “incastrato” nei bagni da due bulletti e poco prima che il pugno di uno dei due si abbatta sulla sua faccia… Lazzaro diventa di pietra.

7.     Bushido

Lo avete mai visto un cane samurai? Eppure questa è la storia di un cane, di Giovannino e di brutti ceffi che volevano indietro soldi. Angelo Petrella ci fa fare la conoscenza non di uno bensì di due Super, uno umano e un cane.

8.     Diecimila cicale

Questo di Gianluca Morozzi è stato il racconto più lungo della raccolta. Leviatan è scomparso da Bologna da tempo. Forse è morto, forse no. Mentre tutti si chiedono che fine abbia fatto, c’è un quindicenne arrivato dal futuro che vuole cambiare il passato… o il futuro?

9.     Pesci

L’uomo pesce sta aspettando il suo turno per diventare Supereroe a Milano. All’inizio si chiedeva perché puzzasse sempre di pesce e perché sotto alle ascelle avesse quelle robe che si mettevano a strillare in mancanza d’acqua. L’uomo con l’impermeabile gli ha spiegato il suo superpotere e quando si trova nell’ascensore con la ragazza per cui ha una cotta…

Il racconto è stato scritto da Paolo Valentino.

10.  Oblivium

Francesco Falconi ci porta da Roma a Firenze. E lo fa tramite una vecchia conoscenza. Alice De Angelis, la decima musa. Eh sì, la decima musa del suo fantasy. Solo che lo fa in una chiave nuova, con i personaggi di Dorian Gray e Dante, Virginia Woolf e l’aiuto delle altre nove muse.

La Musa della Musica torna a farci battere il cuore e non ha certo bisogno che ci ricordi quale sia il suo superpotere.

11.  Il supermercato

Giovanni Lucchese è l’autore che ha scritto il racconto più dolce dell’intera collezione. Siete fan di Superman? Allora questa è la storia più bella del supereroe. Superman non ha il permesso di andare da solo al supermercato perché la madre ha paura che si perda per strada.

Ma Superman non è più un bambino, non ha più trentanove anni come due anni fa. Ora ne ha quarantuno ed è sicuro di poter arrivare al supermercato dove ci sono tutte le lucine colorate. Quella gioia incontenibile lo fa volare dalla gioia, letteralmente. E niente, nemmeno essere apostrofato come mongoloide, lo scalfisce.

In fondo, è Superman!

12.  Credici o no

Immaginate se poteste leggere nel pensiero delle persone. Io ne sarei terrorizzata, davvero. Francesca  Maccani ha dato questo superpotere a Teresa. Madre di tre bambini, moglie, segretaria e amica impeccabile. L’unica che riesce sempre ad indovinare il regalo perfetto, a chiedere notizie quando tutti sembrano dimenticarsene. Ma chi si preoccupa di quello che pensa Teresa?

13.  Lo scandagliatore

Seb e Fedor sono fratelli. Il primo ha il potere di trovare cose e persone, il secondo ha il potere di bloccare i poteri. È per questo che Seb non si è mai accorto del suo potere ma lo scopre solo quando Fedor viene rapito. E da chi viene rapito?

Venite a scoprirlo nel racconto di Fabio Cicolani.

14.  Ultima ora

Può un essere Super morire? Questa è la storia di un supereroe che viene usato da un politicante per il proprio tornaconto ma quando lui non ci sta, perché nessuno può ridurre tutto alla politica, ecco che il politicante gli manda dietro il popolo, che si sa, non è che sia proprio incorruttibile.

Adrian R. Rednic ci presenta un eroe dal cuore grande ma fragile e non di certo immortale.

15.  Niente trama

Quante volte avete desiderato incontrare i vostri personaggi preferiti, incontrati tra le pagine di un libro? Il protagonista creato da Alessio Cuffaro ha questo superpotere. Guarda un film e ci finisce dentro, ascolta la musica e capita lo stesso per non parlare dei libri o dei fumetti.

Il nostro protagonista sta andando a conoscere l’autrice dell’ultimo romanzo letto, un romanzo che sembra essere scritto solo per loro.

16.  Nubi

Attacchi di panico, mal di testa costante. Silvia vuole capire se il suo cervello stia prendendo una strada tutta sua o se è solo molto stressata. Studia per diventare una psicologa e si meraviglia quando scopre di avere dei poteri che interessano la mente.

Può vedere tutte le connessioni che collegano persone, oggetti o animali e seguirli per scoprire chi ne è il proprietario. Quando si imbatte in un pedofilo la sua reazione è istintiva, deve pagare.

La Silvia di Maico Morellini però è in coma… come fa ad usare il suo potere?

17.  Er Benza

Tra tutti i delinquenti che esistono, i piromani hanno qualcosa di davvero inquietante. E diciamolo pure, non ci dispiace che le vittime di questo racconto di Paolo Di Orazio siano proprio loro. Loro che non si curano di dar fuoco a foreste, discariche e persone.

Nessuna remora per il Super che ha deciso di fare piazza pulita tra queste persone, se non fosse per Cristiana… che come una fenice risorgerà dalle proprie ceneri.

18.  Generazione X

Antonio Lanzetta è il diciottesimo autore di questa raccolta. Il suo racconto era quello più atteso in quanto curatore dell’intera raccolta.

Il protagonista, Mister Magic è un uomo adulto forse un po’ troppo attaccato alla madre. Vive in cantina e gli oggetti gli parlano. Può riparare o trovare qualsiasi cosa, perché sono proprio gli oggetti ad indicargli la via.

Lui, Elisa e Tonino si sono uniti alla ricerca di un cieco, rapito da dei malavitosi. Tonino è un omone grande e grosso, può spaccare le ossa come se fossero di carta. Mister Magic ci racconta una storia, che ha inizio proprio con il salvataggio del cieco...

Per sapere come va a finire, leggete Super.

Non sono una grande appassionata di raccolte di racconti. Li trovo difficili da recensire, spesso non mi piacciono e molto spesso invece vorrei che i racconti fossero molto ma molto più lunghi.

Anche in questo caso i racconti sono tutti diversi ma hanno un filo conduttore, i supereroi. Quelle persone che non sono solo buone di cuore, non tutti lo saranno, ma che avranno diversi superpoteri. Chi ne ha uno solo e chi come Leviatan che li cambia ogni 12 ore e non sa mai che poteri avrà!

Di ogni racconto ho apprezzato qualcosa ma quelli su cui voglio soffermarmi solo principalmente due. Il supermercato e Generazione X.

Del primo ho adorato la narrazione. Convinta che fosse un bambino a raccontare me lo sono divorato in un attimo e dopo mi è mancato tantissimo. È di una dolcezza disarmante, quella dolcezza che i bambinoni hanno perché loro sono fermi all’infanzia e non riescono a vedere il male nelle persone.

Di Generazione X ho apprezzato che si rivolgesse a una me ideale. In realtà Lanzetta parla con il cliente che è entrato nella sua tana ma è come se parlasse con te, come se tutta quella storia venisse raccontata a te e a te soltanto. Il finale mi ha lasciato un po’ l’amaro in bocca ed è per questo che a volte i racconti mi fanno storcere il naso.

Ho letto i racconti di tantissimi autori di cui non ho mai letto niente e lo stile mi ha incuriosita. Ho ritrovato invece con piacere autori che seguo e in cui ho riconosciuto lo stile come fosse un faro nella notte.

Ho sempre pensato che la scrittura non avesse “genere”. Non è importante che l’autore sia uomo o donna, l’importante è che si faccia leggere. Nonostante questo mi è un po’ dispiaciuto che ci fossero così poche voci femminili.

Ci tengo tantissimo a ribadire il fatto che una parte delle vendite sarà devoluta in beneficenza quindi vi consiglio di acquistare Super sia per fare una buona azione ma ancora di più perché è davvero interessante.