fbpx Skip to content

Tu leggi? Io scelgo! #10

Tu leggi? Io scelgo! #10

Buongiorno lettori, oggi torna la rubrica Tu leggi? Io scelgo! Questo mese la mia scelta è ricaduta sul blog di Silvia. Dall'inizio di questa rubrica non è la prima volta che attingo dal suo blog, la scelta è stata abbastanza ovvia.

Continua e termina la lettura della serie Passenger con Traveller.

 


TravellerTraveller. Passenger #2

Etta Spencer non sapeva di essere una viaggiatrice fino al giorno in cui si è ritrovata a chilometri e secoli di distanza da casa sua.

Ora, di nuovo sola, in un luogo e in un tempo a lei sconosciuti, derubata dell'unico oggetto in grado di proteggere la linea temporale e salvare sua madre, e lontana da Nicholas, il ragazzo che ama, deve fare i conti con una rivelazione tanto scioccante da mettere in discussione quello per cui lei ha combattuto fino ad ora, e cambiare per sempre il suo futuro.

Un futuro che Nicholas è pronto a tutto pur di salvare. Devastato dalla scomparsa di Etta, sta infatti cercando disperatamente di rintracciarla, per aiutarla a risolvere insieme questo disastro, come era destino.

Ma, mentre Etta e Nicholas continuano a cercarsi ai confini del tempo e del mondo, e i viaggiatori sono impegnati in una spietata battaglia per il potere, la posta in gioco si alza. Perché esiste qualcosa di ben più potente dell'astrolabio che tutti vorrebbero.

Un potere antico e pericoloso che minaccia di sradicare del tutto la linea temporale...

RECENSIONE

Appena un paio di mesi fa stavo finendo Passenger, per promettere a me stessa di non far passare troppo tempo con la lettura di Traveller.

Nicholas e Etta sono stati divisi durante il recupero dell’astrolabio e vederli separati è stata una vera tortura. Si sfiorano, viaggiano uno sulle orme dell’altro ma sembra che il destino non voglia farli incontrare di nuovo.

Traveller, al contrario di Passenger, è una lettura che ho “assaporato” più lentamente. Non per mia volontà ma per due motivi: il lavoro e il fatto che non fosse così interessante all'inizio. Una volta superato lo scoglio dei primi capitoli però la storia prende il volo e la lettura è tutta in discesa.

Ritrovare i vecchi amici e scoprirne di nuovi è stato l’aspetto più interessante, finalmente facciamo la conoscenza di due personaggi che volevo conoscere dal primo libro: Julian e Henry Hemlock, il padre di Etta. Ho adorato entrambi, per motivi diversi.

Il primo perché mi ha fatto morire dal ridere fin dal primo momento, il secondo perché nei suoi gesti non ho trovato secondi fini ma solo la voglia di stare con la figlia ritrovata e proteggerla da chiunque potesse farle del male.

Ho terminato la duologia in brevissimo tempo e ne sono rimasta sinceramente colpita. Leggerò sicuramente altro dell’autrice perché è riuscita a farmi innamorare della sua penna anche se i pareri sul web erano davvero molto discordanti.

Se volete recuperare tutti gli appuntamenti potete farlo qui!

Scroll To Top