Questa volta leggo… #4

Questa volta leggo... #4

Ciao lettori, come state? Eccoci con un nuovo appuntamento con la rubrica Questa volta leggo... Ammetto di avere avuto non poche difficoltà a scegliere un fantasy che fosse di mio gradimento perché, sapete, scegliere un fantasy è una cosa seria! Sembra facile ma non lo è affatto, perché è anche grazie a questo genere che mi sono riavvicinata alla lettura moltissimi anni fa e le mie aspettative sono sempre altissime.

Quando è stato il momento di fare la mia scelta mi son rivolta verso un’autrice italiana che mi incuriosiva ma dopo una settimana non ero nemmeno arrivata a metà e il romanzo mi stava annoiando. Arrabbiata e frustrata ho spulciato sul mio kindle e ho acquistato Il Custode delle tempeste non sapendo bene cosa aspettarmi.


Il custode delle tempesteIl custode delle tempeste. Storm Keeper #1

A ogni generazione, l'isola di Arranmore sceglie un Custode delle Tempeste che incarni il suo potere e difenda la sua magia se il Nemico dovesse tornare. E per il nonno di Fionn è giunto il tempo di cedere il passo al nuovo Custode.

Fionn ha il terrore del mare, tanto che quando approda ad Arranmore per l'estate, vuole solo tornare sulla terraferma. L'isola della sua stirpe, però, lo aspetta da molto tempo e lo reclama a sé, rivelandogli la sua magia. Presto Fionn si lascerà sedurre dalla ricerca di una grotta sommersa, capace di esaudire i desideri.

Ma una forza malvagia si sta destando nelle profondità dell'isola, ed è più vicina a lui di quanto non immagini.

Il Custode delle Tempeste vi toccherà nel profondo…

RECENSIONE

Cercate un fantasy leggero ma bello? Il Custode delle tempeste è il romanzo che può fare per voi.

Fionn e Tara sono costretti a passare l’estate sull’isola di Arranmore. Se il primo non ne vuole sapere, la seconda è entusiasta di poter passare tutti quei mesi in compagnia dei suoi amici e di andare a caccia di nuove avventure! L’isola però nasconde un segreto che Fionn risveglierà!

Magia e mistero, candele e grotte sommerse, luce e buio. Un mix armonioso e perfetto che non solo rende la lettura fluida ma anche appassionante!

Il personaggio di Fionn è quello che mi ha colpito di più. Undici anni, orfano di padre, determinato quanto sua sorella a trovare la grotta sommersa. Inutili le richieste del nonno a non avvicinarsi e inutili anche i tentativi di far capire al ragazzo quanto fondamentale sia essere Il custode delle tempeste.

Ho trovato solo un po’ frettolosa la parte finale, il desiderio inespresso, al scelta del nuovo custode non è così chiara come dovrebbe essere.

È ovvio che io mi trasferirei ad Arranmore seduta stante, con tutta quella magia e il potere di documentare le tempeste. Insomma, un sogno! Ora non ci tocca che aspettare il secondo e, credo, ultimo romanzo!