Il ladro di tatuaggiIl ladro di tatuaggi. Il ladro di tatuaggi #2

La città di Brighton pullula di vicoli, segreti e sussurri. C’è un intero mondo sommerso che sfugge al controllo della polizia, governato dalle leggi della strada. Nel cuore dell’estate una giovane donna viene ritrovata in fin di vita e, dopo aver trascorso ventiquattro terribili ore di agonia in ospedale, muore in circostanze misteriose.

Sul suo corpo è stato lasciato un marchio: un tatuaggio. Quando anche un’altra donna scompare, l’ispettore Francis Sullivan e la sua squadra temono che ci sia un serial killer per le strade della città. Un assassino collegato in modi ancora tutti da chiarire al mondo dei tatuaggi.

Ma non appena la polizia identifica un sospetto, Alex Mullins, le cose per Francis si fanno tutt’altro che semplici. Alex, infatti, è il figlio della donna con cui ha un legame molto particolare: Marni, una tatuatrice. Riuscirà a non farsi coinvolgere dai suoi sentimenti per risolvere il caso e fermare l’assassino prima che altre donne muoiano?

RECENSIONE

Uscite il terzo romanzo! Dico sul serio, Il ladro di tatuaggi mi ha fatto innamorare di Sullivan e di Marni in un modo che non credevo possibile. Il tatuatore, primo romanzo, non mi aveva convinta del tutto ma con questo secondo romanzo l’autrice fa un vero salto di qualità.

Il nuovo caso ha di nuovo a che fare con degli strani tatuaggi. Tatuaggi a sfondo biblico e stimmate su mani e piedi delle vittime ma non solo, i tatuaggi sono una vera sentenza di morte in quanto avvelenati.

Adrenalina, colpi di scena, tensione, ansia… c’è tutto in questo romanzo! Il ladro di tatuaggi ha davvero fatto breccia nel mio cuore eternamente insoddisfatto. La crescita dell’autrice è innegabile, ha reso i personaggi abbastanza realistici da tenermi incollata alle pagine del romanzo.

Copia omaggio da parte di Newton Compton Editori che ringrazio